16 ENNE ALLA GUIDA TRAVOLGE E UCCIDE IL PADRE

Si è messo alla guida e, senza accorgersene, ha travolto il padre. Uccidendolo. E ora un sedicenne tarantino potrebbe rispondere di omicidio colposo. Tutto è accaduto ieri, intorno alle 13, nella località balneare dove la famiglia ha una residenza estiva. L’uomo, un operaio dell’ex Ilva, aveva chiesto al giovane di accompagnarlo per alcuni interventi di pulizia. Una routine che si è trasformata in tragedia. Mentre era all’esterno della villa a marina di Pulsano, in provincia di Taranto, il figlio è salito in macchina e ha iniziato a manovrarla. Involontariamente ha inserito la retromarcia, senza accorgersi che dietro di lui c’era il genitore, piegato e intento a fare alcuni lavoretti lungo il vialetto dell’abitazione. L’impatto è stato violentissimo e non gli ha lasciato scampo. Il 48enne è morto sul colpo e tutti i soccorsi sono stati inutili. Sarebbe stato prima investito e poi schiacciato contro un muretto che delimita la villetta. Non è ancora chiaro se il minore si fosse messo in auto per fare alcune esercitazioni di guida. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, intervenuti sul posto, il ragazzo avrebbe provato a spostare l’auto, in retromarcia, e non si sarebbe accorto della presenza del papà. L’operaio, accovacciato, stava ripulendo il muretto della villetta. Ulteriori verifiche sono in corso, ma non vi sono dubbi sulla dinamica di quanto accaduto. Nessuna autopsia: i funerali dell’uomo si terranno oggi pomeriggio. Il mezzo è stato sequestrato. L’adolescente è sotto choc, così come la famiglia, distrutta dal dolore. Appena sei giorni fa, sempre in Puglia e per un’altra manovra in retromarcia, era morto un bimbo di 18 mesi, investito dal padre nel parcheggio di un ristorante cinese gestito dalla famiglia. L’incidente si era verificato a Modugno, in provincia di Bari. Sembra che il piccolo fosse sfuggito al controllo degli adulti. L’uomo, salito in macchina, non si è accorto della presenza del figlio e lo ha investito per errore. Inutile la corsa al vicino ospedale pediatrico: per lui non c’è stato nulla da fare.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: