Barbara d’Urso: preso lo stalker che la perseguitava

Amata, odiata e tanto discussa, sicuramente Barbara d’Urso è una delle star italiane più chiacchierate di sempre e come le sue colleghe americane adesso anche lei può dire di aver avuto uno stalker (quelli di Taylor Swift non si contano più). Tutto è iniziato con un profilo social da cui l’uomo in questione continuava a scrivere: “Sono il figlio adottivo della D’Urso” e “i miei fratelli sono Giammarco e Emanuele“. Centinaia di messaggi dove lo stalker ripeteva di essere stato adottato dalla conduttrice di Domenica Live

Un martellamento social quello di “Baci Solari” (questo lo pseudonimo usato dal sedicente figlio), che poi ha addirittura iniziato a contattare parenti di Carmelita e persone legate alla sua famiglia. E se inizialmente la Santa di Cologno pensava ad uno scherzo di cattivo gusto, poi ha capito che la situazione era seria ed è stata costretta a rivolgersi alla Polizia Postale.

Secondo le ricostruzioni di Leggo, lo stalker sarebbe stato individuato: “Il delirio del persecutore è andato avanti per mesi. Tutto è finito quando, con un’indagine della polizia postale delegata dal sostituto procuratore Francesco Dall’Olio è stato identificato il responsabile. In un piccolo comune in provincia di Catania, dove è stato identificato il trentacinquenne S.F. Ex comparsa dei salotti televisivi, indagato anche per molestie a Nina Moric. Oggi davanti al giudice monocratico Valerio de Gioia dovrà rispondere di stalking ed atti persecutori“.

Stando a quanto riporta Napoli Today, durante l’udienza (attesa oggi a piazzale Clodio) potrebbe essere presente anche Barbarella come parte civile: “In aula potrebbe essere presente anche Barbara D’Urso che si è costituita parte civile“.

Già non capisco i fanatici delle celebrità, ma addirittura inventarsi parentele e perseguitare un personaggio per avere una sua reazione?

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: