BASKET: NBA, RISSA DETROIT-LAKERS

Per un attimo la mente viaggia a quel 19 novembre del 2004, a una delle pagine più brutte della Nba, quando al Palace of Auburn Hills a Auburn Hills, nel Michigan, tra Indiana Pacers e Detroit Pistons scoppia una rissa passata alla storia come “malice at the Palace”, la malvagità al Palace. Per un attimo, perché questa volta la rissa rimane in campo, non si trasferisce sugli spalti e i protagonisti in negativo sono LeBron James e Isaiah Stewart che a 9’18” dalla terza sirena incendiano Detroit-Los Angeles Lakers. I californiani vincono in rimonta 121-116, ma perdono King James espulso per un pugno in faccia a Steward nel corso del terzo quarto. Il lungo dei Pistons, col volto ricoperto di sangue cerca subito vendetta nei confronti del Prescelto, ma viene bloccato (a fatica) dai suoi compagni di squadra. La situazione degenera quando lo stesso Steward, per ben tre volte, riesce a liberarsi del “blocco amico” e cerca di inseguire LeBron per restituirgli il colpo proibito. Cunningham, Grant e Joseph devo letteralmente “placcare” Steward per evitare il peggio. Dagli spalti i fischi sono copiosi, gli arbitri non riescono a calmare la situazione che fortunatamente non degenera quando in sei riescono finalmente a far uscire Steward dal campo. Le immagini chiariscono l’accaduto e il lungo di Detroit e LeBron James vengono espulsi.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: