CALABRIA REDDITO DI CITTADINANZA A CONDANNATI PER MAFIE

Su 129 famiglie controllate, 86 hanno barato e 15 di loro hanno a che fare con i clan. Continuano i controlli sui percettori di reddito di cittadinanza e continuano a saltar fuori abusi. A Catanzaro, la Guardia di Finanza ha individuato 86 persone che per mesi hanno indebitamente ricevuto i sussidi che lo Stato, in cambio di un percorso di avviamento professionale, ha destinato a chi viva al di sotto della soglia di povertà. 

Peccato che nessuno dei “furbetti” individuati ne avesse bisogno o potesse accedervi, a partire dalle 15 persone condannate o in carcere per associazione mafiosa. A tutti è bastato “dimenticare” di menzionare gli scivoloni giudiziari nell’autocertificazione necessaria per istruire la pratica per aggirare la norma che li avrebbe esclusi. 

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: