CALCIO: COPPA AFRICA

L’allenatore del Napoli Spalletti ha definito la Coppa d’Africa “un mostro invisibile”. Potrebbe però smaterializzarsi del tutto il torneo in programma in Camerun dal 9 gennaio al 6 febbraio 2022, inviso alla maggioranza dei club europei. Il sito del quotidiano britannico ribadisce che quella di mercoledì sarà la giornata decisiva per l’eventuale e ulteriore rinvio. Nella riunione Zoom di domenica del comitato esecutivo il presidente della Fifa Gianni Infantino lo avrebbe infatti ipotizzato, anche se per il momento la federazione del Camerun, Paese ospitante, si è opposta all’idea di posporre per la terza volta la manifestazione. Una delegazione della CAF, la confederazione continentale guidata dal presidente Patrice Motsepe, è attesa oggi a Yaoundé per la verifica dei preparativi, ma adesso l’appuntamento più importante sarebbe diventato appunto il vertice di mercoledì e riguarderebbe il destino stesso della Coppa d’Africa.

Secondo le indiscrezioni di i, la priorità della Fifa è la Coppa del mondo per club, in calendario dal 3 al 12 febbraio negli Emirati Arabi, ad Abu Dhabi, col Chelsea vincitore della Champions League europea e gli omologhi vincitori dei massimi tornei delle altre confederazioni continentali: il Palmeiras brasiliano, il Monterrey messicano, l’Al Ahly egiziano, l’Al Hilal saudita, l’Auckland neozelandese, oltre all’Al Jazira rappresentante proprio del Paese ospitante. C’è un nuovo elemento a ingarbugliare la vicenda: le due manifestazioni – Coppa d’Africa e Mondiale per club – si sovrappongono. Se n’è lamentato l’Al Ahly, che in teoria può perdere 10 giocatori impegnati in Coppa d’Africa: il club egiziano dovrebbe debuttare ad Abu Dhabi il 5 febbraio contro il Monterrey, il giorno prima della finale della Coppa d’Africa.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: