Canzone Segreta, la Rossi splende e Claudia Gerini si commuove con le figlie

Terzo appuntamento con lo show emotaiment Canzone Segreta: come ogni venerdì Serena Rossi è tornata su Rai 1 per condurre un programma che continua a regalare grandi emozioni.

La conduttrice, per questo terzo appuntamento, ha scelto un bellissimo abito blu scuro lungo fino alle caviglie, riproponendo sul palco un brand che aveva già scelto per la prima puntata, Etro. Il vestito senza spalline, stretto in vita da una cintura dalla fibbia argentata ed elegantissima, era plissettato e con delle arricciature sul corpetto.

Per l’occasione la Rossi ha lasciato i capelli sciolti e tirati all’indietro, e ha optato per un make up intenso: un elegante smokey eyes per accentuare lo sguardo e un rossetto nude. A completare il look degli orecchini pendenti e scintillanti così come i sandali argentati dal tacco a spillo vertiginoso.

Anche questa puntata non ha deluso le aspettative, toccando le corde del cuore dei telespettatori: Serena Rossi ha accolto sul palco gli ospiti emozionantissimi, curiosi di sapere cosa li attendeva una volta seduti sulla poltrona bianca.

Tra gli applausi scroscianti è salito sul palco Raoul Bova: l’attore si è commosso con la sorpresa degli amici più cari e il messaggio della sua Rocìo, che l’ha profondamente colpito. Grandi emozioni anche per Francesca Fialdini: la conduttrice, splendida in un abito argento monospalla, è stata stupita dalla madre, dall’amico di sempre Matteo e da Francesco Gabbani.

Ma a conquistare il pubblico ci ha pensato Claudia Gerini: l’attrice, in un completo bianco, non è riuscita a trattenere l’emozione di fronte allo stuolo di amiche e affetti che hanno invaso il palco sulle note di Figli delle Stelle, cantata da Alan Sorrenti. Una vera e propria festa per l’artista, che si è commossa alla vista delle figlie Rosa e Linda: “Ma siete state bravissime, non mi avete fatto capire nulla!”, ha ammesso.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: