DICEMBRE 2020 TOP E FLOP.

Si chiude finalmente questo terribile 2020. Prima di salutare definitivamente quest’anno, scopriamo i Top e Flop del mese di dicembre.

Dopo il mezzo passo falso con l’album StartLigabue torna a far centro con l’album 77 + 7. La raccolta dei 77 singoli usciti nei trent’anni di carriera ha esordito al primo posto della chart Fimi degli album più venduti in Italia scalzando Sfera Ebbasta.

Un risultato più che buono e non così scontato visti gli streaming di Sfera. Inoltre i singoli La Ragazza dei Tuoi Sogni e Volente o Nolente con Elisa hanno conquistato la vetta della classifica radio Earone. Un bel biglietto da visita in vista della grande festa della RCF Arena di Reggio Emilia prevista per il 19 giugno 2021.

L’evento live rappresenterà per Liga il rilancio che arriverà a due anni da un tour negli stadi con risultati modesti rispetto al passato. L’album è già disco d’oro e ormai prossimo al platino.

Claudio Baglioni è tornato con un nuovo album a 7 anni e mezzo dal precedente. L’attesa non è stata vana perché il cantautore romano, con ormai mezzo secolo di carriera alle spalle, ha proposto un delicato e intenso concept sull’amore e sull’evoluzione del sentimento. Sonorità che non rincorrono la contemporaneità e testi classici, ma per nulla scontati. Un lavoro più che buono che il pubblico ha apprezzato e che non vede l’ora di poter ascoltare dal vivo.

The Voice Senior

Il programma, andato in onda per 5 prime serate su Rai 1, ha avuto un riscontro ben superiore rispetto alle aspettative. Un ascolto medio pari a circa 4 milioni di telespettatori con uno share del 19%. Un risultato ben lontano rispetto alla versione tradizionale di The Voice che sulla seconda rete Rai non ha mai eccessivamente appassionato il pubblico e mai ha lanciato talenti musicali in grado di durare nel tempo.

Le storie del vincitore Erminio Sinni e dei due piazzati Elena Ferretti e Marco Guerzoni meritano un racconto. Artisti che hanno avuto il loro posto al sole anche se per poco tempo, ma che a distanza di anni hanno dimostrato di avere ancora dentro il sacro fuoco dell’arte.

The Voice Senior è promosso a pieni voti, nonostante una finale piazzata nel palinsesto alla domenica sera. Brava anche Antonella Clerici che dopo alcuni insuccessi in prima serata torna meritatamente in auge.

Boomdabash

Dopo aver letteralmente dominato le ultime tre estati, i Boomdabash hanno fatto centro anche con la hit invernale Don’t Worry. Il brano è stato il più trasmesso dalle radio il giorno di Natale e da diversi giorni staziona nelle prime posizioni della classifica Earone. Il greatest hits, invece, non decolla. Dopo un esordio nella chart Fimi in una posizione di rincalzo, il disco ha confermato che discograficamente la band salentina fa fatica, almeno per quanto riguarda gli album.

E’ ancora presto per valutare il cast del Festival del prossimo anno, ma quel che è certo è che Amadeus ama il rischio e lo ha dimostrato anche questa volta. Forte del successo dell’edizione 2020, il Direttore Artistico della kermesse ha proposto un cast di 26 Big e 8 giovani in cui sono rappresentati diversi generi musicali.

Quello che sembra ancora non esserci è una linea tra direttore artistico, la Rai e il sindaco di Sanremo, sopratutto per quel che riguarda l’ipotesi dell’ormai famosa bolla. Riuscirà il Festival a realizzarsi. Da qui al 2 marzo riusciranno a trovare un accordo?.

Jalisse

Il duo formato da Alessandra Drusian e Fabio Ricci è stato bocciato per la 24esima volta consecutiva e nemmeno quest’anno tornerà sul palco dell’Ariston. Una scelta che, ancora una volta, ha lasciato i Jalisse con l’amaro in bocca, ma che pone un’ombra sull’ostracismo che si è creato nei loro confronti.

Alessandra ha avuto anche altre occasioni televisive, come per esempio la partecipazione a The Voice of Italy o a Ora o Mai Più. Ma non è forse il momento di guardare oltre? Il mercato discografico italiano non accetta i Jalisse, che al di fuori dei confini nazionali hanno un seguito. Non sarebbe meglio concentrarsi altrove e riconquistare l’Italia tramite qualche bel brano piazzato all’estero? Magari ancora una volta all’Eurovision Song Contest, questa volta come rappresentanti di un altro paese?

Casadilego

Niente, nonostante le grandi parole spese nel programma e un partner “massicio” come Rtl 102.5, anche quest’anno la vincitrice di X Factor 2020 (come già successo per Sofia Tornambene) non decolla. Nello streaming ha funzionato finché il problema era in onda, in radio tiene botta solo grazie a Rtl e nelle vendite il suo Ep ha esordito alla #75.

Come nei timori espressi in trasmissione da Manuel Agnelli non sarà per nulla facile per lei.

Gli album natalizi degli artisti italiani

Gli album natalizi degli artisti italiani non funzionano. È ormai un dato di fatto. Ogni anno qualcuno prova a pubblicarne uno, ma i risultati di vendita sono sempre deludenti. Quest’anno ci hanno tentato Valerio Scanu e Antonino. Due dischi musicalmente interessanti e con scelte artistiche degne di nota, ma il pubblico non ha colto questi aspetti, continuando a preferire i classici. L’album natalizio più venduto nel 2020 è Christmas di Michael Bublè, pubblicato nel 2011.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: