DROGA DA STUPRO PRONTA PER IL FIGLIO A LONDRA ARRESTATA CLAUDIA RIVELLI SORELLA DI ORNELLA MUTI

Claudia Rivelli, la sorella di Ornella Muti è stata fermata dalla polizia mercoledì nel suo appartamento in via della Camilluccia, a Roma, per un flacone della cosiddetta «droga dello stupro» che aveva impacchettato ed era pronta a spedire al figlio Giovanni, che vive e lavora a Londra.

L’attrice, 71enne, ha spiegato di ignorare che quella fosse in realtà Gbl, una sostanza stupefacente molto pericolosa, ma questo non le ha evitato l’arresto nella giornata di giovedì 16 settembre. «È un prodotto che utilizzo per pulire gli oggetti d’argento di casa», si è giustificata con i poliziotti della Polaria. Rivelli è stata quindi portata a piazzale Clodio per la convalida del fermo: il giudice Valentina Valentini ha convalidato l’arresto e poi ha disposto il suo ritorno in libertà dal momento che Rivelli non ha precedenti penali. Il pm Mario Pesci aveva chiesto invece per lei gli arresti domiciliari. La prima udienza del processo è fissata a febbraio.

Difesa dall’ex marito Paolo Leone (il figlio dell’ex presidente della Repubblica Giovanni Leone, ndr), la sorella di Ornella Muti ha spiegato davanti ai magistrati di aver spedito la sostanza al figlio perché lui la usa per «pulire la macchina, io invece lo uso per pulire casa». Le analisi però non lasciano dubbi quella è proprio la «droga dello stupro»: «È stata mia madre a scoprire questi detersivi…», ha aggiunto Claudia Rivelli, precisando che né lei né suo figlio fanno uso di droga. Intanto vanno avanti le indagini degli agenti della Polaria che erano partite mesi fa, da un’inchiesta sul traffico di Gbl. Sostanza per la quale era già finito in carcere a Milano lo scorso 25 agosto l’attore Ciro Di Maio.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: