ECONOMIA: AEREI, POSTI A PAGAMENTO

Dopo Ryanair, sanzionata con 35 mila euro, anche Wizzair, Volotea e EasyJet finiscono nel mirino dell’Enac, l’Autorità dell’aviazione civile, per la questione dei costi per sedersi vicino ai minori o alle persone con problemi di mobilità.

L’Ente ha dato notizia del fatto che procedono gli accertamenti diretti sulle compagnie aeree per verificare se si sono adeguate alle disposizioni per garantire l’assegnazione gratuita dei posti a sedere ai minori e alle persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori. Oltre alle violazioni riscontrate per Ryanair, si legge in una nota, anche le altre compagnie, dalle prime verifiche, sono risultate inadempienti. L’Enac ha quindi avviato il procedimento per irrogare sanzioni alle tre compagnie.

Le sanzioni commisurate al grado di inadempimento, variano da un minimo di 10.000 ad un massimo di 50.000 per singola contestazione.

Gli accertamenti diretti dell’Enac sulle compagnie aeree operative nel nostro Paese, si ricorda nella nota, sono volti a verificare se i vettori si sono adeguati alle disposizioni regolamentari dell’Autorità (in vigore dal 15 agosto) per garantire, senza dover pagare alcun supplemento, l’assegnazione gratuita dei posti a sedere ai minori e alle persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori.

Dalle prime risultanze dei controlli, Wizzair, Volotea e EasyJet non hanno tuttora, come prescritto e confermato dal giudice amministrativo, modificato i sistemi informatici e operativi e nel momento delle prenotazioni continuano a richiedere un supplemento al costo del biglietto aereo per l’assegnazione di posti vicini agli accompagnatori di minori e disabili, salvo, eventuale, rimborso.

Naturalmente, oltre le verifiche dirette, i passeggeri che rilevano inadempienze rispetto al provvedimento, possono segnalarlo all’Ente utilizzando il modulo online “Segnalazione/Suggerimenti”, reperibile nella sezione Diritti dei Passeggeri del sito web dell’Enac. In tal caso – conclude la nota – l’Ente effettuerà delle verifiche prima dell’avvio della procedura sanzionatoria.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: