ESPLODE UNA BOTTIGLIA BIMBO USTIONATO

Un bambino di 11 anni di Terzigno, in provincia di Napoli, si è ferito per l’esplosione di una bottiglia di liquido infiammabile ed è stato ricoverato in ospedale per ustioni su varie parti del corpo. Il ragazzino sarebbe sfuggito al controllo della madre e si sarebbe chiuso in bagno con l’alcol e un accendino. Probabilmente ha avvicinato il fuoco al punto da scatenare l’esplosione.

Bambino di 11 anni ustionato

Il bambino di 11 anni è stato subito trasportato al San Leonardo di Castellamare di Stabia, ma poi è stato trasferito all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Le sue condizioni sono particolarmente gravi. L’incidente è accaduto il 14 ottobre, nell’appartamento dove il bambino vive con la sua famiglia ed era presente anche la mamma. La dinamica è ancora da ricostruire ma la madre ha dato tutti i dettagli possibili per riuscire a capire meglio quello che è accaduto. L’11enne si sarebbe chiuso in bagno con una bottiglia di alcol, probabilmente portandosi dietro un accendino o qualcosa in grado di generare una fiamma. La donna se ne è accorta solo in seguito, quando ormai era troppo tardi per riuscire a fermarlo.

La mamma del bambino ha sentito il rumore di un’esplosione ed è corsa in bagno, spalancando la porta. Ha trovato il figlio ferito e le fiamme, per questo ha cercato più volte di contattare il 118, che non ha mai risposto. A questo punto la donna è corsa in strada a chiedere aiuto ed è stata soccorsa da una volante di passaggio del commissariato di Pompei della Polizia di Stato. Gli agenti hanno caricato sulla loro automobile il bambino e lo hanno portato all’ospedale. Vista la gravità delle sue condizioni è stato trasferito all’ospedale pediatrico.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: