FABRIZIO CORONA ALTRI GUAI PER LUI

Come dice il proverbio: le disgrazie non arrivano mai da sole. E ora per Fabrizio Corona, insieme alla notizia del ritorno in carcere, arriverà a breve una denuncia per minacce dopo le frasi pronunciate contro alcuni giudici milanesi. In particolare Corona si è rivolto al sostituto Procuratore Generale Antonio Lamanna e al magistrato della Sorveglianza Marina Corti.

La reazione di Corona si è verificata giovedì scorso, quando ha saputo di dover tornare in carcere. Il Tribunale di Sorveglianza di Milano, anche su richiesta del procuratore Lamanna, gli ha infatti revocato il differimento pena in detenzione domiciliare, a causa di una serie di violazioni delle prescrizioni.

Pare che il magistrato della Procura generale, dopo una breve valutazione degli atti, procederà a querelare Fabrizio Corona per minacce. La denuncia arriverà in procura a Brescia, poiché competente sui reati commessi nei confronti dei magistrati milanesi. Nell’impeto d’ira, Corona ha pronunciato queste parole: “Questo è solo l’inizio, dottoressa Corti, signor Lamanna. Questo è solo l’inizio. Quant’è vero Iddio sacrificherò la mia vita per togliervi da quelle sedie“.

L’ex fotografo si era sfogato in un video Instagram, ormai noto a tutti, in cui si era ferito e appariva con la faccia sporca di sangue. Da quasi una settimana, intanto, Corona è ricoverato nel reparto di psichiatriadell’ospedale Niguarda di Milano. I suoi avvocati, tra i quali Ivano Chiesa, sono molto preoccupati per le sue condizioni, anche perché ha iniziato una protesta portando avanti uno sciopero della fame. La difesa ha contestato il provvedimento perché, spiegano, tutte le relazioni degli esperti dicono che Corona non debba tornare in carcere, e che debba continuare le cure per la sua patologia psichiatrica.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: