GABBY PETITO È STATA STRANGOLATA SVOLTA NELLE INDAGINI 

Gabby Petito è morta strangolata: è questo l’esito dell’autopsia eseguita sul corpo della 22enne influencer scomparsa a fine agosto mentre stava facendo un viaggio ‘on the road’ per l’America con il fidanzato e ritrovata senza vita nella National Forest del Wyoming dopo poco meno di quattro settimane. E la morte, anche se a questo punto si può parlare di omicidio, risalirebbe proprio ai giorni della scomparsa. 

Intanto continua la caccia al principale sospettato: l’Fbi è infatti alla ricerca di Brian Laundrie, fidanzato 23 enne dalla ragazza, che si è reso irreperibile da quando i genitori della giovane ne avevano denunciato la scomparsa. Su di lui pende un mandato di cattura emesso per aver usato una carta di credito intestata alla ragazza tra il 30 agosto e il 1° settembre, dopo che l’influencer era già stata uccisa. Un’accusa “minore” per permettere di fermare il fidanzato per poter accertare il suo ruolo nella drammatica vicenda. Steve Bertolino, l’avvocato di Laundrie, ha comunque cercato di minimizzare le responsabilità del suo assistito, spiegando che «il mandato di arresto per Brian Laundrie è correlato ad attività avvenute dopo la morte di Gabby Petito e non legate alla sua effettiva scomparsa».

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: