GUERRA RUSSIA UCRAINA LA SVIZZERA PUBBLICA UN VADEMECUM

POSA PRIMA PIETRA PADIGLIONE SVIZZERO EXPO 2015 CANTIERE BANDIERA SVIZZERA

Dopo l’attacco russo alla centrale nucleare di Zaporizhzhya, numerosi cittadini svizzeri si sono rivolti alle istituzioni con domande su come comportarsi in caso di emergenza nucleare: la Confederazione Svizzera, in risposta, ha pubblicato online un vademecum con le indicazioni previste per la protezione della popolazione riguardo a rifugi, scorte di emergenza, app e modalità informative per l’allerta e compresse allo iodio, nonostante abbia anche dichiarato che, al momento, non ci sono le condizioni che rendano necessaria l’assunzione di misure di emergenza. Il vademecum ha quindi indicazioni di protezione da seguire nel caso in cui si verifichi un conflitto nucleare.

La Svizzera dispone di circa 365mila rifugi che coprono oltre il 100% della popolazione. Nel caso in cui ci si verifichi un concreto pericolo di conflitto nucleare, le istituzioni avvertiranno la popolazione attraverso sirene, diramando istruzioni sui comportamenti necessari tramite la radio e l’applicazione Alertswiss, che le autorità invitano a installare sul proprio smartphone

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: