MALTEMPO IN TUTTA ITALIA

Un denso strato di neve fresca ha imbiancato Milano e la Lombardia. In città la coltre bianca si aggira tra i 5 e i 10 cm, con le strade principali già pulite e quelle secondarie ancora innevate.

La nevicata ha interessato tutta la regione, anche la città di Sondrio a eccezione della pianura sud-orientale dove cade mista a pioggia, creando maggiori disagi in Valtellina e Valchiavenna dove sono stati chiusi i passi alpini o percorribili esclusivamente con catene montate. In queste zone si teme l’esodo di mandrie di cervi e camosci verso il fondovalle in cerca di cibo.

l capoluogo lombardo, che torna all’allerta ‘arancione’, appare all’alba ancor più silenzioso, mentre la neve continua a scendere senza sosta. Secondo le previsioni però le precipitazioni dovrebbero terminare già nel pomeriggioe nei prossimi giorni sono previste giornate con cielo coperto o poco nuvoloso. “Dal pomeriggio di lunedì – precisa Arpa Lombardia – attenuazione ed esaurimento delle precipitazioni in pianura, deboli sui rilievi fino a martedì, quindi in esaurimento”.

E’ morto in ospedale al San Carlo l’uomo di 76 anni soccorso questa mattina in via Fratelli Zoia alla periferia Ovest di Milano, dove era stato visto da alcuni residenti della zona riverso sulla strada innevata. Si tratterebbe di un clochard conosciuto nella zona. Quando sono arrivati sul posto i sanitari lo hanno trovato in arresto cardiaco e lo hanno subito trasportato al San Carlo dove è deceduto. 

Alberi e pali caduti

Una donna è rimasta ferita a causa del crollo di un palo che l’ha travolta per strada. E’ accaduto stamattina a Milano in via Raffaello Sanzio, quando, a seguito di una caduta di un albero, che ha colpito le linee aeree dei tram, uno dei ‘pali reggifilo’ che le sostengono è caduto a terra. Secondo le prime informazioni del 118 la donna ha riportato un trauma cranico, ma sarebbe cosciente e non in pericolo di vita.

Un albero è caduto in via Stern, in zona Flaminio a Roma, ferendo un passante. Lo si apprende dai Vigili del Fuoco. L’uomo, un 61enne, ferito al braccio e alla testa è stato trasportato dal 118 in ospedale in codice rosso per una frattura scomposta agli arti superiori. Sul posto la polizia locale del II gruppo Parioli.

Sempre a Roma un altro albero è caduto su un’auto in transito su Lungotevere de’ Cenci, al centro. Ferito lievemente l’automobilista. Coinvolta anche una macchina parcheggiata. Sul posto i carabinieri della stazione piazza Farnese e la polizia locale. 

Un albero, probabilmente a causa del forte vento, è caduto sulla carreggiata della superstrada Firenze-Siena. Il traffico è bloccato in entrambe le direzioni tra le uscite di San Casciano (Firenze) e Impruneta (Firenze). Sul posto  i vigili del fuoco per liberare la strada.

A Trento neve record

Nevicata record a Trento dove in poche ore sono caduticirca 40 centimetri di neve. In tilt la tangenziale di Trento, chiusa a seguito di decine di autovetture in panne con attese anche oltre le due ore. In mattinata lungo le vie del centro del capoluogo trentino alcuni cittadini hanno usato gli sci da fondo. 

Allerta meteo di livello giallo in Campania

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello giallo valevole sull’intero territorio a partire dalle ore 18 di oggi e fino alla stessa ora di domani. Si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o possibile isolato temporale, anche intensi, venti forti o molto forti, con possibili raffiche, mare prevalentemente agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. 

Codice giallo in Toscana per rischio idrogeologico

Si prolunga e si estende a tutta la Toscana il codice giallo per rischio idrogeologico che sarà fino alla mezzanotte di domani, martedì 29 dicembre.  E’ in vigore invece fino alle 12 di domani, martedì, il codice giallo per vento e mareggiate sulla costa. Li ha emessi la Sala operativa della protezione civile regionale. Oggi, lunedì, ancora piogge sulle zone interne e sulla costa centro-meridionale, occasionalmente a carattere di rovescio o breve temporale.

L’evoluzione della perturbazione

Sulla Penisola una perturbazione porta freddo e neve al Nord dove si prevede tempo in prevalenza nuvoloso su tutte le regioni, con fenomeni nevosi anche in pianura e più intensi sull’Appennino emiliano e sul Triveneto, fa sapere l’Aeronautica militare. Tra la tarda mattinata e il pomeriggio ci sarà una tendenza ad attenuazione dei fenomeni sulle pianure piemontesi e sulla Liguria di ponente.

Tra il pomeriggio e la sera temporanee schiarite sui settori meridionali di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia e generale attenuazione dei fenomeni, tranne su Val d’Aosta e rilievi di ovest Piemonte. Al centro, tempo molto nuvoloso su regioni tirreniche, Umbria e centro nord della Sardegna con precipitazioni anche a carattere di rovescio temporalesco a iniziare dalla Toscana settentrionale, in rapida estensione al restante centro e quota neve sulle aree appenniniche sopra ai 1000 metri. In serata attenuazione dei fenomeni ad eccezione dell’alta Toscana e parziali schiarite su Sardegna, Toscana e settori settentrionali di Marche ed Umbria.

A Sud, molte nubi su Sicilia, Campania, Basilicata tirrenica, Molise e Puglia garganica con locali rovesci sulle aree peninsulari ed in temporanea intensificazione pomeridiana; ampie zone di sereno altrove. Temperature minime in rialzo sulle regioni centrali, specie su Sardegna, Toscana ed alto Lazio; Stazionarie o in lieve calo sulle rimanenti zone: massime in tenue calo su Liguria e Valpadana ed in generale aumento sul resto del paese, in particolar modo su regioni centrali e Puglia settentrionale.

Venti e mari

Venti di burrasca su Liguria, Emilia Romagna, regioni centrali, coste venete e friulane e successivamente anche al sud con attenuazione pomeridiana al nord est; moderati variabili sul restante settentrione. Mari da molto agitati a localmente grossi il Mar di Sardegna e il Tirreno Centrale; molto agitati il Mar Ligure, il Canale di Sardegna e l’Alto Tirreno; da agitati a molto agitati i restanti mari e canale di Sardegna. 

Maltempo a Capodanno

“È previsto un fine anno col maltempo in tutta Italia”, segnala il Centro Meteo Italiano che annuncia nei prossimi giorni perturbazioni e freddo in tutta la Penisola con neve abbondante sulle regioni del Nord in molti casi fino in pianura. Le nevicate interesseranno anche le città di Torino, Piacenza, Milano, Bergamo e Brescia e Pianura Padana orientale. Neve abbondante prevista sulle Alpi in particolare su quelle orientali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: