Maxi rissa a Lignano, ferito sarà sentito appena starà bene 

Migliorano le condizioni di salute del giovane aggredito ieri all’alba a Lignano Sabbiadoro nei pressi di una discoteca probabilmente nel corso di una rissa in cui sono state coinvolte decine di persone. A quanto si apprende a partire da domani il giovane, di origini albanesi, potrebbe essere sentito dagli investigatori che al momento stanno indagando per il reato di lesioni gravi.
    La versione che fornirà il ragazzo, di circa 20 anni, residente a Udine, potrebbe rivelarsi cruciale per ricostruire l’accaduto, dal momento che non ci sarebbero sistemi di videosorveglianza nel luogo in cui è stato trovato e anche le persone che hanno segnalato ai Carabinieri la presenza di un ferito non avevano assistito all’aggressione ma erano sopraggiunte in un momento successivo.
    Intanto il prefetto di Udine, Massimo Marchesiello, ha convocato per mercoledì alle 11.30 in prefettura il Comitato per l’ordine e la sicurezza, con il sindaco di Lignano, Laura Giorgi, il questore di Udine, Manuela De Bernardin, e le associazioni di categoria. “Giorgi – spiega Marchesiello – mi aveva evidenziato alcune criticità” relative alla sicurezza “già nei giorni scorsi, poi alla luce di quanto è successo ieri vogliamo capire se si tratta di un fenomeno isolato o inserito in un ambito un po’ più allargato. Però non abbiamo ancora chiare le risultanze anche dalle telecamere”. La partecipazione delle associazioni di categoria della zona, aggiunge, mira “a condividere con loro alcune criticità ma anche eventuali soluzioni”.
    Attende quindi l’incontro di mercoledì il sindaco Giorgi per valutare eventuali ordinanze finalizzate a rafforzare la sicurezza nella località balneare. “Sulla base di quanto emergerà durante l’incontro, agiremo”, spiega. (ANSA).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: