PER BASSETTI BASTA CHIUDERE ALLE 22 PER ARGINARE CONTAGI

L’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti non ritiene il coprifuoco un’idea rischiosa, ma al contrario pensa che possa essere opportuna per realtà importanti come Milano e Roma. Al fine di contenere la diffusione interna dei contagi, infatti, basterebbe chiudere alle 22. Per il membro della task force della Regione Liguria, la situazione epidemiologica avrebbe anticipato le previsioni.

Bassetti: “Coprifuoco opportuno per Milano e Roma”

L’aumento dei contagi in Italia a questo punto potrebbe davvero far rivedere il concetto di coprifuoco in aree come quelle di Milano e Roma, secondo Matteo Bassetti.

L’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova, infatti, ritiene opportuna opportuna la soluzione del coprifuoco circoscritto per limitare la diffusione notturna del contagio.

L’ipotesi del coprifuoco dopo le 22 potrebbe essere una soluzione alternativa al lockdown, ma solo in alcune situazioni e non su base nazionale”, così dichiara Bassetti. “Penso a Milano, all’area di Genova, a Roma e anche nel Lazio”, continua l’infettivologo genovese. “Sicuramente potrebbe essere uno strumento per limitare la circolazione notturna, quando è più difficile il controllo del territorio e c’è anche più leggerezza nei comportamenti da rispettare“.

Senpre secondo il membro della task force covid-19 della regione Liguria, questo aumento implica una situazione epidemiologica non in linea con le aspettative. “Va fatto qualcosa al più presto. La situazione epidemiologica è rapidamente peggiorata e non ci aspettavamo di vedere numeri così importanti così presto. Il virus ha anticipato la previsione dei casi di 3-4 settimane con una brusca accelerazione”, conclude Matteo Bassetti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: