Putin contro gli Usa: ‘Vogliono prolungare la guerra’

.

Duro attacco del presidente russo Vladimir Putin contro gli Stati Uniti, che ha accusato non solo di voler “prolungare” il conflitto in Ucraina e di usare gli ucraini come “carne da cannone”, ma anche si cercare di “destabilizzare” la situzione globale con la visita della Speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan. L’Occidente ora punta a un’alleanza simile alla Nato con la regione dell’Asia-Pacifico – ha detto Putin, citato dalla Tass – che ha esortato a “ripristinare il rispetto del diritto internazionale” e a rafforzare le posizioni dell’Onu e delle altre piattaforme di dialogo.

In un discorso alla 10ma Conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale, Putin ha detto che I Paesi occidentali “hanno bisogno di conflitti per mantenere la loro egemonia. E’ per questo che stanno usando il popolo ucraino come carne da cannone mentre portano avanti il progetto anti-Russia; hanno chiuso gli occhi sull’uso dell’ideologia neonazista e sulle uccisioni di massa di civili nel Donbass e hanno fornito armi, anche pesanti, al regime di Kiev”.  “La situazione in Ucraina dimostra che gli Stati Uniti stanno cercando di prolungare il conflitto. Inoltre, stanno agendo in modo simile, alimentando il potenziale di conflitto in Asia, Africa e America Latina”, ha aggiunto. Secondo il leader russo “di recente gli Stati Uniti hanno ancora una volta deliberatamente cercato di gettare benzina sul fuoco e scuotere la situazione nella regione Asia-Pacifico. L’avventura americana a Taiwan non è solo il
viaggio di un singolo politico irresponsabile, ma fa parte di una strategia deliberata e consapevole degli Stati Uniti per destabilizzare e deteriorare la situazione nella regione e nel mondo; una sfacciata dimostrazione di mancanza di rispetto per la sovranità di altri Paesi e per i suoi obblighi
internazionali. La consideriamo una provocazione accuratamente pianificata”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: