SACHA BARON COHEN SPIEGA L’ADDIO A BORAT: “TROPPO PERICOLOSO”

Parlando con Entertainment Tonight, Sacha Baron Cohen ha spiegato i motivi che lo hanno convinto ad abbandonare per sempre Borat

Sacha Baron Cohen è stato ospite a Entertainment Tonight insieme a Eddie Redmayne e Yahya Abdul-Mateen, suoi compagni di set nel film Il Processo ai Chicago 7, diretto da Aaron Sorkin. Tra le varie questioni, l’attore britannico è tornato a parlare di Borat e dei motivi che l’hanno portato a decidere di abbandonare definitivamente quel tipo di film.

Perché è diventato troppo pericoloso – ha spiegato.Il Processo ai Chicago 7 aveva le sue sfide. Sai, stai lavorando con alcuni dei migliori attori del mondo – due di loro qui davanti a te – ma per Borat , ci sono state un paio di volte che ho dovuto mettere su un giubbotto antiproiettile per andare a girare una scena, e non vuoi farlo troppe volte nella tua vita. Sono stato abbastanza fortunato a uscire questa volta, quindi no, non lo farò più. Farò solo cose sceneggiate. 

Sacha, posso farti una domanda, amico? – interviene a questo punto Redmayne. Sei una persona che il primo giorno di riprese tende a non dormire la notte prima o si sente un po’ ansioso, come diavolo dormi la notte prima di sapere che stai indossando un giubbotto antiproiettile per andare a girare una scena? 

Non lo so – risponde Cohen. La notte prima di qualcosa del genere – quel raduno – stai pensando a come superare tutto ciò che può andare storto. In una scena normale come quello che stiamo facendo, cerchiamo di rassicurarci: “Come faccio sicuro che la mia performance sia reale? Ho fatto le mie ricerche? Come posso assicurarmi che l’accento sia perfetto?” In questo film dici: “OK, se un gruppo di ragazzi con le pistole viene da quel lato del palco, ho un modo per uscire? Cosa succede se qualcuno mi spara? E se un gruppo di persone inizia a sparare me?

Già qualche tempo fa Sacha Baron Cohen aveva spiegato di aver deciso di lasciare Borat in quanto era servito al suo scopo, ovvero sia aiutare Joe Biden a sconfiggere Trump alle elezioni presidenziali. Tuttavia questa motivazione che ha dato, spiega forse maggiormente perché non vedremo mai più il giornalista kazako sullo schermo.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: