SANTA FLAVIA: UCCIDE IL PADRE SOFFOCANDOLO NEL SONNO

Si pensava fosse morto nel sonno, invece sarebbe stato il figlio a soffocarlo e ieri è stato arrestato. Il gip di Termini Imerese ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Gabriele Gelfo, 31enne affetto da patologie psichiatriche, accusato dell’omicidio del padre Salvatore, di 72 anni.

L’omicidio sarebbe avvenuto sabato scorso, quando il personale del 118 era intervenuto su richiesta dello stesso 31enne presso l’abitazione dove conviveva insieme al padre, trovato privo di vita. I sanitari hanno constatato la morte dell’uomo ma insospettiti dalle circostanze hanno richiesto l’intervento dei carabinieri.

Al termine delle operazioni di sopralluogo e dei rilievi tecnici eseguiti dalla sezione operativa della Compagnia di Bagheria, i militari hanno informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese. Gli indizi raccolti hanno portato all’emissione della misura cautelare da parte del giudice.

Il presunto omicida si trova al momento ristretto presso il carcere “Burrafato” di Termini Imerese. La salma della vittima è stata portata all’istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo, su disposizione della Procura di Termini Imerese, per eseguire l’autopsia.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: