UN MESSAGGIO CHIARO DA ARANCIA MECCANICA.

“Penso che sia passato abbastanza tempo da sapere che la violenza sullo schermo è ormai satura, non puoi andare oltre. Penso che quando Sam Peckinpah girava i suoi film, quella era davvero violenza; era una violenza che ti veniva proposta al rallentatore. Era come un balletto. Per questa generazione, Arancia Meccanica è come un film Disney di adesso.
I giovani la vedono per quello che è: una commedia nera, tanto da ridere mentre lo guardano. Così, finalmente, il film ha trovato il vero pubblico per il quale abbiamo pensato di realizzarlo. A suo tempo, il film rifletteva quello che stava succedendo nel quotidiano.
Non prediceva la violenza delle gang o la droga, perché l’avevamo già. Era una cosa del quotidiano. Un qualcosa con cui dovevamo convivere tutti, e nulla è cambiato oggigiorno.
È facile incolpare l’arte e la cultura, nonostante facciano così tanto bene al sociale.
I politici non ne hanno mai abbastanza della colpa da dare agli altri, nonostante abbiano sempre e completamente incasinato ogni paese. È sbalorditiva questa cosa.”

Malcolm McDowell, interprete di Alexander DeLarge, su #AranciaMeccanica ❤

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: