VACCINI ARRIVANO I LAST MINUTES CONTRO GLI SPRECHI

Sarà fornita a breve un’indicazione da parte della struttura Commissariale per l’Emergenza Covid per “evitare il rischio dello spreco di dosi”. L’ipotesi è quella di chiedere alle Regioni liste di riserva in caso di rinuncia alla somministrazione da parte di singoli cittadini. Dalla struttura Commissariale per l’emergenza Covid dovrebbe essere fornita, a breve, un’indicazione. L’ipotesi, da quanto si apprende, dovrebbe essere quella di chiedere alle Regioni liste di riserva utilizzabili nei casi di rinuncia alla somministrazione del vaccino anti-Covid, da parte di singoli cittadini. Se si dovesse verificare un caso come questo, potrebbe essere contattato all’ultimo minuto, per l’inoculazione sostitutiva, un altro paziente che era in lista nei giorni successivi e che ne ha diritto. Il sistema, da ciò che filtra, sarà comunque valutato caso per caso in ogni singola Regione.

Intanto, come comunica proprio oggi il Ministero della Salute sul proprio portale, risultano essere 2.003.391 gli italiani vaccinati con il richiamo delle due dosi, mentre sono 6.715.732 i vaccini somministrati in tutto il Paese, pari all’85,1% delle 7.891.990 dosi finora distribuite a tutte le Regioni italiane. Analizzando i dati aggiornati, il maggior numero di dosi somministrate riguarda la Lombardia con 1.028.550, poi il Lazio con 686.165, la Campania con 588.119, l’Emilia-Romagna con 584.861 ed il Piemonte con 572.252. Del totale, sono 4.085.810 le donne che hanno ricevuto il vaccino anti-Covid, contro 2.629.922 uomini. Considerando, invece, le somministrazioni per fasce di età, sono ad oggi 6.654 i cittadini nella fascia d’età 16-19 ad aver ricevuto almeno la prima dose di vaccino, 531.322 in quella 20-29, 775.227 in quella 30-39 e 1.040.410 in quella 40-49. E poi ancora: 1.338.607 nella fascia 50-59, 793.366 in quella 60-69, 224.228 in quella 70-79, 1.552.505 (la più alta) in quella 80-89 e, infine, 453.413 in quella che riguarda gli over 90. Considerando invece le categorie, sono stati fin qui 2.719.448 gli operatori sanitari e sociosanitari coinvolti nella campagna vaccinale, 1.097.897 fa parte di personale non sanitario, 475.879 sono ospiti delle strutture residenziali, 187.041 delle forze armate e 633.729 del personale scolastico. Il totale dei vaccini distribuiti al nostro Paese, ad oggi, si attesta come detto su 7.891.990 dosi, così ripartite: 5.202.990 Pfizer/BioNTech, 2.196.000 AstraZeneca e 493.000 Moderna.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: