Alla fine i Kiss hanno incendiato l’Arena di Verona 

Il tour dell’addio alle scene del gruppo ha fatto tappa in Italia

A causa delle preoccupazioni del Soprintendente all’archeologia Belle Arti e Paesaggio di Verona sulle possibili conseguenze dannose dell’uso di fuochi d’artificio e fumogeni all’interno della storica venue veronese, il concerto dei Kiss all’Arena di Verona ha rischiato fino all’ultimo di essere annullato. Fortunatamente, lo show del gruppo di “I was made for lovin’ you” è stato poi confermato e ieri sera 11 luglio Paul Stanley, Gene Simmons, Eric Singer e Tommy Thayer hanno portato in scena all’arena scaligera lo spettacolo del loro “End of the road tour”.

La tournée dell’addio alle scene della rock band newyorkese, per cui lo stesso Simmons ha fatto sapere che la formazione statunitense è intenzionata ad aggiungere almeno altri cento concerti al calendario, ha così fatto tappa nel nostro Paese per quella che al momento era l’unica data italiana del tour e alla fine i Kiss hanno incendiato l’Arena di Verona con la loro musica e i loro effetti pirotecnici.

Con un’ora e mezza di ritardo, davanti agli oltre 10mila spettatori accorsi all’Arena per vedere di nuovo in azione in Italia la band di “Dynasty”, lo show ha preso il via appena passate le 23 sulle note di “Rock and Roll” dei Led Zeppelin diffuse dagli altoparlanti.

Dopo il loro trionfale ingresso sul palcoscenico, accolto dal boato del pubblico, Paul Stanley, Gene Simmons e soci hanno ripercorso tra fuochi e fiamme la loro storia e i loro successi con una scaletta di 23 brani per circa due ore di musica. Il concerto a Verona, originariamente in programma già nel 2020 e poi rinviato a causa della pandemia, ha quindi passato a rassegna buona parte della carriera del gruppo con le canzoni che negli ultimi cinquant’anni hanno permesso ai Kiss di diventare una delle rock band più amate della storia, tra cui le immancabili “Detroit rock city” e “Rock and Roll All Nite”, suonate rispettivamente in apertura e in chiusura, oltre a, per citare qualche esempio, “Shout it out loud”, “I was made for lovin’ you” e “Black diamond”.

SETLIST

Rock and Roll – Cover di Led Zeppelin 
Detroit Rock City 
Shout It Out Loud 
Deuce 
War Machine 
Heaven’s on Fire 
I Love It Loud 
Say Yeah 
Cold Gin 
Guitar Solo 
Lick It Up 
Calling Dr. Love 
Tears Are Falling 
Psycho Circus 
Drum Solo 
100,000 Years 
Bass Solo 
God of Thunder 
Love Gun 
I Was Made for Lovin’ You 
Black Diamond 

BIS #1

Beth 
Do You Love Me 
Rock and Roll All Nite 
God Gave Rock ‘n’ Roll to You II (registrata) 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: