Alvaro Vitali e la depressione: “Mi sono sentito escluso dal cinema” 

A ‘Oggi è un altro giorno’ il racconto del 72enne romano che ha affrontato un periodo complicato dopo il successo ottenuto grazie al personaggio di Pierino

Alvaro Vitali si è raccontato a Oggi è un altro giorno nella puntata di giovedì 14 aprile. La carriera del 72enne romano, noto al pubblico per il personaggio di Pierino protagonista di svariati film degli anni Settanta, è stata ripercorsa nel salotto di Rai1 insieme a Serena Bortone che con lui si è soffermata anche sul periodo più complicato della sua vita.   

Dopo aver girato un film mai uscito per colpa di un produttore, il lavoro di Vitali si arresta e per lui inizia un momento segnato dalla solitudine. “A un certo punto il telefono ha smesso di squillare. Mi sono un po’ sentito escluso dal cinema, non mi chiamavano più. Sono entrato in  depressione, non mi andava di uscire, odiavo la gente. Ero contro tutti” ha confidato. Determinante è stato l’incontro con Stefania Corona, cantautrice che dal 2006 è sua moglie e che ha cambiato il suo modo di vedere la vita e vivere le relazioni. Adesso la coppia lavora insieme durante vari spettacoli, nei teatri, nei matrimoni come nelle piazze dove lei canta e lui intrattiene con le sue barzellette. “La gente si diverte e noi siamo felici. Facciamo anche le piazze, non mi vergogno a dirlo. L’artista fa questo”.

Il rapporto con il figlio Ennio

Prima di Stefania Corona, Alvaro Vitali è stato sposato con una donna che lo ha reso padre di Ennio, oggi 29enne. “Aveva cinque anni, quando l’ho accompagnato alla stazione è stato il giorno più brutto della mia vita” ha ricordato a proposito della separazione del figlio che, al momento della separazione dalla moglie, si è traferito con lei a Vercelli. “Lo sentivo quasi tutti i giorni e stava con me l’estate e alle feste. Non mi è mancato, ma c’erano dei giorni in cui stavo male. Sono stato un padre presente, gli ho insegnato l’educazione, il rispetto verso la madre. A non essere Pierino, insomma…”. Il riferimento all’eroe popolare delle barzellette che lo ha fatto entrare nell’immaginario collettivo è stato ribadito più volte nel cosro del dialogo televisivo: “Aver portato il personaggio di Pierino nel mondo visivo è stato un sogno realizzato”, ha ammesso.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: