BORSA: ASIA CORRE, TOKYO +1,73%

orse orientali sugli scudi mentre prosegue la conta dei volti negli Usa per stabilire chi sarà il nuovo presidente. La probabile vittoria di Joe Biden spinge al ribasso il prezzo del greggio (Wti -1,56% a 38,54 dollari), mentre i futures sono positivi sia sull’Europa che su Wall Street. Invariati i tassi britannici da parte della Boe, che ha alzato il proprio stimolo monetario (Qe) a 875 miliardi di sterline. Brillanti Tokyo (+1,73%), Shanghai (+1,3%), Seul (+2,4%) e Sidney (+1,28%). Cauta Taiwan (+0,4%), in allungo Hong Kong (+2,97%)( e Mumbai (+1,63%), ancora in fase di contrattazioni. Il calo del dollaro a 1,17 sull’euro e a 104,37 yen ha favorito i titoli dei grandi esportatori giapponesi, da Sony (+12,19%) a Suzuki (+2,48%). Segno meno per Honda (-1,02%), cauta Toyota (+0,11%). In arrivo la fiducia dei manager dell’edilizia in Germania, le vendite al dettaglio mensili nell’Ue e le richieste di sussidi di disoccupazione negli Usa, mentre in serata la Fed si esprime sui tassi. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: