BORSA: BENE ANCHE MILAANO

Positiva Piazza Affari a metà mattina (+0,8%), coi dati Istat del fatturato industriale in crescita a ottobre. In ordine sparso le banche, con in rosso Intesa (-0,9%) e Unicredit (-0,7%), mentre alcuni analisti indicano la ragione delle incertezze nel fatto che la Bce abbia revocato i divieti sui dividendi, ma di fatto imponendo limiti rigorosi e in qualche caso penalizzanti. Tiene Banco Bpm, dopo l’annuncio di volere esercitare l’opzione sulle jv di Cattolica (-4,5%), bene Mps (+0,6%), sulla parità Fineco (-0,04%) e debole Mediobanca (+0,1%). Guadagna la paytech Nexi (+1,6%).
    In decisa ripesa i farmaceutici, soprattutto Recordati (+2,3%), ma anche Diasorin (+0,4%). Rimbalza Amplifon (+2,4%), bene Enel e Unipol. Tra le auto guadagna Fca (+2%), il giorno successivo a ipotesi di nuovi incentivi nel 2021. Rimbalzo delle utility, a partire da Hera (+1,9%). In forma i petroliferi, da Saipem (+1,2%) a Eni (+0,7%) e Tenaris (+0,6%).
    Fuori dal listino principale vola Ovs (+9,4%), il giorno dopo l’offerta vincolante per Stefanel, corrono Risanamento (+8,1%) e Unieuro (+7,4%).

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: