BORSA EUROPA DEBOLE

Le Borse europee si confermano a metà seduta deboli con i listini che continuano a guardare al Covid e all’impasse su vaccini. Sotto la lente poi gli Stati Uniti con il segretario al Tesoro Janet Yellen che ha ribadito la possibilità di modifiche al sistema di imposizione fiscale, con eventuali aumenti delle tasse per le aziende. I future su Wall Street sono positivi.  Nel Vecchio Continente l’indice d’area, lo stoxx 600, viaggia sotto la parità con informatica, energia che sostengono il mercato. Tra le singole Piazze, Londra è marginale (-0,1%) così come Parigi (-0,13%). Francoforte lascia invece mezzo punto mentre l’Ifo rivede al ribasso le stime della crescita del Pil in Germania. Milano resta sulla parità con il Ftse Mib a +0,04% a 24.123 punti. Leonardo perde il 6,15%. Sul versante opposto Eni che guadagna l’1,34% con il petrolio in rialzo. Il Wti è sopra 59 dollari al barile, il Brent sopra 62 dollari al barile. 
    Piatto lo spread a 95 punti. L’euro è in calo a 1,1839 sul dollaro. 

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: