BORSA EUROPA: INCERTA

Prosegue senza particolari spunti la seduta dei listini europei, che oscillano attorno alla parità e si mantengono in prossimità dei massimi pre-covid. Milano cede lo 0,2%, Francoforte lo 0,1%, Parigi avanza dello 0,04% mentre Londra è in rialzo dello 0,6%. In lieve rialzo anche i future su Wall Street. 
    A sostenere i listini sono le attese per una ripresa dell’economia, alimentate dalle previsioni dell’Fmi e la politica ultraespansiva di governi e banche centrali, di cui si cercheranno conferme stasera nelle minute della Fed. Indicazioni positive sono arrivate anche dai dati sugli indici pmi dell’Eurozona, migliori delle attese. 
    Pesano sul listino milanese i cali di Moncler (-1,7%), Interpump (-1,5%) e Prysmian (-1,4%) e Ferrari (-1,2%). Deboli anche Stm (-0,9%) e Banco Bpm (-0,9%). Dall’altra parte del listino si mettono in luce Nexi (+3%), A2A e Leonardo (+1,3%) e Tim (+1,1%) mentre Unieuro corre del 3,1% dopo l’ingresso di Iliad. In Europa vanno bene le utilities e le tlc (+0,7% gli indici di settore Dj Stoxx) mentre soffrono i farmaceutici (-0,6%). Vola Edf (+9,7%), in scia la programma del governo francese di delistare il gruppo, e Amundi (+2,6%) dopo l’acquisto di Lyxor.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: