BORSA: MILANO TIENE BENE

Piazza Affari si mantiene in rialzo a metà seduta (Ftse Mib +0,5% a 21.962 punti). Il listino milanese però si riporta sotto ai 22mila punti che in mattinata l’avevano riportata ai livelli di venerdì scorso, prima dello scivolone di due giorni fa. Per Piazza Affari quella di oggi è l’ultima seduta prima della pausa natalizia, con scambi limitati a meno di 0,75 miliardi di euro di controvalore dopo 5 ore di scambi.
    In luce Cnh (+2,54%), in una giornata particolarmente favorevole per il comparto industriale in Europa. Segue Mediobanca (+2,44%) con ipotesi di nuove acquisizioni nel risparmio gestito e nelle gestioni patrimoniali, che mettono le ali ai piedi al comparto, da Banca Generali (+2,4%) a Fineco (+1,9%) e Mediolanum (+1,44%). Acquisti su Enel (+2,1%), che ha annunciato nella vigilia un accordo con Eph per modificare i termini della vendita di una partecipazione in Slovacchia.
    Acquisti su Snam (+1,67%), che ha siglato un protocollo d’intesa sulla transizione energetica con Eni (+1%) e Cdp. Riduce il rialzo Fca (+0,5%),deboli Leonardo (-1,63%), Banco Bpm (-1,12%) e Atlantia (-0,86%) nel giorno della nuova offerta del consorzio tra Cdp Blackstone e Macquarie per lo scorporo di Aspi. Tiene Saipem (+0,67%), che si è assicurata una commessa da 200 milioni di dollari in Israele. In campo bancario contrastate Bper (+0,7%), Unicredit (-0,73%), Banco Bpm (-1%) e Intesa (-0,15%).
    In rialzo a 116,5 punti lo spread tra Btp e Bund tedeschi.

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: