CALCIO: CAGLIARI

Qualche polemica sulle sfide ancora da giocare. “Trovo assurdo che a otto giornate dalla fine ci siano squadre impegnate nella lotta salvezza con una o due partite da recuperare. È necessaria una riflessione immediata, occorrerebbe cambiare le regole della giustizia sportiva. Le partite si devono rigiocare subito: siamo già in ritardo, si può falsare il campionato. Recuperiamo al più presto le gare che mancano”. 

Ma l’invito è sempre quello: la squadra deve fare da sola i punti che servono senza badare alle rivali. “I ragazzi stanno facendo vedere di essere una squadra vera, un gruppo unito che corre, pressa e che fa un bel calcio. Al di là di qualche episodio sfortunato – evidenzia Mazzarri – dall’inizio del girone di ritorno ce la siamo giocata con tutti e i nostri tifosi sono stati orgogliosi di vedere un Cagliari così arrembante”.

Un cammino difficile. “Arrivando qui in corsa ho trovato delle difficoltà maggiori rispetto a quanto immaginassi, anche se nel girone di andata avremmo meritato qualche punto in più. A gennaio con la società abbiamo fatto scelte coraggiose che ci hanno ripagato. Stiamo lavorando bene con molti giovani italiani, questo giova a noi e all’intero movimento azzurro”.

Il futuro? “Il Cagliari – conclude Mazzarri – gode di infrastrutture importanti, come il nostro centro sportivo; un grande bacino di pubblico; la squadra rappresenta non solo una città, ma un’intera Isola: qui ci sono i presupposti per lavorare bene e fare buone cose”. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: