CALCIO: DE LIGT

Da quando Matthijs De Ligt ha lasciato la Juventus, ha parlato in più di un’occasione del proprio passato a Torino. In modo non sempre positivo, anzi. Nell’ultima intervista, rilasciata a Espn, il nuovo difensore del Bayern Monaco ha spiegato che aveva accettato il trasferimento in bianconero dall’Ajax per il gioco offensivo di Maurizio Sarri. Allenatore che alla Juve è restato solo un anno. Dopo sono arrivati Pirlo e Allegri, allenatori con cui l’olandese non ha legato molto. “Scelsi di andare alla Juve con l’idea di giocare un calcio più offensivo perché l’allenatore era Sarri: ha una grande reputazione per ciò che ha fatto con Napoli e Chelsea e pensavo di trovare uno stile più simile all’Ajax. Purtroppo dopo un anno è andato via”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: