CALCIO: LOCATELLI, BASTA AL RAZZISMO

“Ora basta, ci siamo stufati: bisogna fare qualcosa di forte subito. Servono decisioni anche drastiche”. Arriva dal ritiro di Coverciano, dal centrocampista della Juventus e della Nazionale Manuel Locatelli un messaggio forte contro il razzismo, dopo la presa di posizione dell’ex campione del mondo francese Thuram, già difensore del Parma e della stessa Juventus, che ha chiesto ai calciatori bianchi di schierarsi con più decisione e coraggio: “Il tema è talmente delicato che bisogna fare qualcosa subito, perché se ne parla da troppo tempo. Noi dobbiamo esporci, ma si devono esporre tutte le istituzioni: è una follia quello che continua a succedere e bisognerebbe prendere decisioni importanti, anche drastiche, perché davvero ci siamo stufati tutti”. Locatelli, che si prepara con gli altri azzurri alla finale per il terzo posto della Nations League, in programma domenica prossima a Torino, anticipa anche che i giocatori della Nazionale, come già accadde nei quarti di finale dell’Europeo, si inginocchieranno prima della partita contro il Belgio per solidarietà con i loro avversari, che aderiscono compatti alla campagna “Black lives matter” e che nella semifinale della Nations League allo Stadium hanno appunto compiuto il gesto annunciato: “Confermo che seguiremo lo stesso comportamento, ci inginocchieremo”. Il numero 5 dei campioni d’Europa non si sottrae nemmeno a un altro tema scabroso di questa fase del calcio: la riapertura parziale degli stadi spesso senza che la capienza del 50% venga raggiunta  per via del caro biglietti, un rischio che la Nazionale non ha corso a San Siro con la Spagnagrazie anche ai prezzi popolari: “Io percepisco che la gente ha voglia di tornare a vedere le partite, quindi bisogna andare incontro alle richieste dei tifosi: spero di  vederli presto allo stadio”.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: