CALCIO: ROMA, DYBALA

Nl frattempo fasci di luce e riflettori illuminano l’edificio ora denominato Palazzo Fendi.

“Per parlare di scudetto è presto. In questo momento ci sono squadre più avanti di noi, dobbiamo lavorare con serenità. La Roma ha vinto un trofeo molto importante, ci sono ancora obiettivi importanti e la voglia è tanta. A tutti piace vincere, dobbiamo farlo partita dopo partita e più avanti vedremo dove saremo arrivati”.

Queste le prime parole di Paulo Dybala nella conferenza stampa di presentazione del giocatore argentino a Trigoria.

“La prima cosa che avevo chiesto a Mourinho è stata cosa puntiamo a vincere. Qui c’è grande fiducia e consapevolezza. Io cercherò di dare il massimo per continuare a vincere”. 

“Con la Juve non è stato un problema economico, anche Arrivabene è stato molto chiaro. Avevamo un accordo da firmare a ottobre, poi la società ci ha chiesto di aspettare e a marzo mi ha detto che non avrei fatto parte del progetto futuro. Il club ha preso un’altra decisione insieme al mister”, ha detto Dybala parlando del divorzio con la Juventus. “Nella scorsa stagione potevo fare più gol, giocare di più ma a causa di alcuni infortuni non è stato possibile – ha spiegato l’argentino -. Ma i miei numeri sono stati tra i primi in diversi aspetti, non solo per gol e assist”. “Ora sono qui e mi auguro di dare il mio meglio, sto cercando di mettermi nella migliore condizione fisica. Ci saranno tante partite da qua a quando ci sarà la sosta per i Mondiali – ha aggiunto Dybala -. Alla Juve ho acquisito esperienza, cercherò anche di dare il massimo nello spogliatoio per aiutare a vincere e per essere sempre positivi nei momenti di difficoltà”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: