CALCIO: ROMA-PORTO (1-1)

Quando tra Roma e Porto è scoppiata una rissa con metà delle panchine in campo, un po’ per farsi giustizia e un po’ per sedare gli animi, quello che ha colpito è che nel cuore del capannello non comparisse la testa bianca di José Mourinho. La prima partita “vera” dell’estate romanista lo è stata fin troppo, visto che più volte le pulsazioni sono salite oltre il limite di guardia. L’1-1 finale nasconde le difficoltà ma anche i meriti della Roma, che ha sofferto un tempo e giocato con grande intensità nella ripresa. E non parliamo delle tensioni di campo: quei cinque minuti necessari per riportare l’ordine, dopo un intervento di Pepe su Mkhitaryan, che ha istintivamente risposto cercando con lo scarpino il volto del rivale, hanno mostrato soprattutto una cosa: la maturità di Mourinho. Paterno, rassicurante, mentre il rivale Conceicao era invece tra i più nervosi. Pensare che pochi istanti prima José era in campo, sì, ma per protestare contro una decisione arbitrale. Calmissimo invece quando a scaldarsi sono stati tutti gli altri.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: