COVID OGGI IN NETTO CALO I CONTAGI

Sono 11.831 i nuovi casi di coronavirus in Italia alle 17 di sabato 2 gennaio rispetto ai 22.211 di ieri. In 24 ore sono state registrate altre 364 vittime, rispetto alle 462 di ieri 1 gennaio

Rallenta l’aumento di casi giornalieri di Covid-19 in Veneto ma si mantiene oltre i 3.000 contagi quotidiani, ritmo che prosegue dalla metà di novembre. Il Bollettino regionale segnala 3.165 nuovi positivi al Coronavirus, con il totale a 261.845, e 46 decessi, 6.675 dall’inizio della pandemia. Stazionaria la situazione dei reparti ospedalieri, con 2.992 ricoervati nelle aree non critiche, 7 in più rispetto a ieri; scende di un posto l’occupazione delle terapie intensive, con 400 pazienti.

Forte crescita della curva dei contagi in Campania: il rapporto positivi-tamponi nelle ultime 24 ore si attesta al 12,21% contro l’8,47% precedente. I positivi del giorno sono 392 (48 sintomatici) su 3.209 test. I deceduti sono 29 (di cui 6 nelle ultime 48 ore) mentre i guariti sono 676. Si allenta leggermente la pressione sulle terapie intensive (99 i posti occupati su una disponibilità di 656). Il bollettino dell’Unità di crisi segnala che sono 1.355 i posti letto di degenza ordinaria occpati su una disponibilità di 3.160.

Ancora alto il numero dei nuovi contagi di coronavirus in Emilia-Romagna: sono 2.035 nelle ultime 24 ore, sulla base di quasi 5.300 tamponi, con un tasso di positività del 38,5%. Un dato che va letto tenendo conto che nei giorni festivi si fanno molti meno tamponi rispetto agli altri giorni e i test sono relativi per lo più a casi di persone con sintomi per le quali l’esito positivo è spesso atteso. La Regione nel bollettino quotidiano precisa quindi che non si può prendere il dato come “relativo a una tendenza generale: si tratta di un campione ristretto, molto specifico e legato soprattutto a casi nei quali fare il tampone è strettamente indispensabile”. Nelle ultime 24 ore sono morte 38 persone in regione, tra cui un uomo di 54 anni a Ravenna. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 229 (due in meno rispetto a ieri) e 2.649 quelli negli altri reparti Covid (sei in più). L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 519 nuovi casi, poi Modena (331), Reggio Emilia (276), Ravenna (228), Ferrara (147), Parma (93), Piacenza (85), Rimini (59). Quindi i territori di Cesena (127), Imola (97), Forlì (73). Le persone guarite sono 272 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 109.818. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 58.506 (+1.725 rispetto a ieri)

Sono 285 i positivi nel percorso nuove diagnosi rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.091 tamponi: 1.420 nel percorso nuove diagnosi (di cui 725 nello screening con percorso Antigenico) e 671 nel percorso guariti, con un rapporto positivi/testati pari al 20,1%. Dei 285 positivi, 125 sono in provincia di Ancona,88 in quella di Pesaro Urbino, 48 in quella di Macerata, 9 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in quella di Fermo e 12 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (32), contatti in setting domestico (67), contatti stretti di casi positivi (88), contatti in setting lavorativo (7), contatti in ambienti di vita/socialità (9), contatti in setting assistenziale (3), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (8), screening percorso sanitario (2). Per altri 69 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Sui 725 test del Percorso Screening Antigenico sono stati riscontrati 64 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari a 9%.

Trentanove dei 193 tamponi processati ieri in Basilicata sono risultati positivi al coronavirus: lo ha reso noto la task force regionale specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati cinque decessi (il totale delle vittime lucane è salito a 254). Dei 39 casi positivi, 37 riguardano persone residenti in Basilicata e con 31 guariti (4.488 in totale), i lucani attualmente positivi sono 5.949, dei quali 5.853 in isolamento domiciliare. Rispetto all’aggiornamento di ieri, è aumentato da 88 a 96 il dato delle persone ricoverate, mentre quello dei posti occupati in terapie intensive è sceso da cinque a tre. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Basilicata sono stati esaminati 185.449 tamponi, 172.264 dei quali sono risultati negativi.

Sono 4 (746 in totale) i decessi per Covid nelle ultime 24 ore in Alto Adige. I laboratori dell’Azienda sanitaria hanno effettuato 723 tamponi molecolari e registrato 86 nuovi casi positivi. Inoltre 70 persone sono risultate positive ai 543 test antigenici effettuati. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 176, mentre sono 149 quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate e 20 in isolamento a Colle Isarco. Sono 24 i pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Sono 50 i nuovi positivi al Covid accertati nelle ultime 24 ore in Umbria, su 283 tamponi analizzati (506.539 quelli eseguiti dall’inizio della pandemia), tre i morti e 58 i guariti. Secondo i dati della Regione aggiornati al 2 gennaio, sono in quindi calo gli attualmente positivi, passati da 3.804 a 3.793. In aumento i ricoverati: sono 317 (17 in più di ieri), 47 dei quali (uno in più di ieri) in terapia intensiva. Dall’inizio della pandemia sono guarite dal Covid in Umbria 24.817 persone, mentre 628 sono stati i decessi

Salgono a 31.667 i casi di positività al Coronavirus complessivamente accertati dall’inizio dell’emergenza in Sardegna: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 189 nuovi casi. Si registrano 4 decessi (755 in tutto): due uomini e due donne tra 69 e 81 anni. Le vittime: tre residenti della provincia del Sud Sardegna e una della provincia di Sassari. In totale sono stati eseguiti 487.320 tamponi, con un incremento di 1.496 test (la metà del giorno precedente). Sono, invece, 479 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (dato invariato rispetto a ieri), mentre è di 41 (-1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.152. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 13.925 (+177) pazienti guariti, più altri 315 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 31.667 casi positivi complessivamente accertati, 7.128 (+68) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 5.186 (+42) nel Sud Sardegna, 2.544 (+2) a Oristano, 6.315 (+35) a Nuoro, 10.494 (+42) a Sassari.

Ieri 1° gennaio in Italia sono stati registrati 22.211 i nuovi contagi nelle 24 ore, in calo rispetto ai 23.477 del 31 dicembre, con 157.524 tamponi effettuati (il 31 dicembre ne erano stati fatti 186.004); la percentuale di positivi rispetto ai tamponi è stata quindi del 14,1%, in aumento rispetto al 12,6% del 31 dicembre. Le vittime sono state l’1 gennaio 462 (il 31 dicembre 555), per un totale di decessi dall’inizio della pandemia sono arrivati ieri a quota 74.621. I pazienti in terapia intensiva sono risultati 2.553, 2 in meno rispetto al giorno precedente, con 145 ingressi del giorno ( 202 il 31 dicembre). I ricoverati con sintomi sono risultati 22.822, 329 meno rispetto al giorno precedente, mentre in isolamento domiciliare risultavano ieri 549.392 persone. Il totale degli attualmente positivi ammontava ieri a 574.767 (+4.871 sul 31 dicembre). Risultavano poi 16.877 i dimessi/guariti nella giornata, per un totale di 1.479.988. I casi totali dall’inizio della pandemia assommavano ieri a 2.129.376.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: