DECRETO SOSTEGNI DA 32 MILIARDI

Un provvedimento da 32 miliardi, con uno spazio da 500 mln per le modifiche parlamentari. È quanto annunciato dal ministro Daniele Franco sul decreto legge Sostegni. Il governo, rappresentato anche dal ministro Federico D’Incà, avrebbe confermato che il dl è atteso in cdm domani e avrebbe spiegato che sono previsti tre passaggi parlamentari, per consentire a ciascuna Camera di esaminare ed emendare il testo.  Aiuti alle imprese fino a 10 milioni di ricavi con 5 fasce e percentuali che vanno dal 60% per le più piccole al 20% per le più grandi: sarebbe questo lo schema illustrato dal ministro dell’economia ai partiti nel corso dell’incontro con i capigruppo in Parlamento. Lo schema prevede un indennizzo del 60% per le imprese fino a 100mila euro, del 50% tra 100mila e 400mila euro, del 40% tra 400mila e un milione, 30% tra uno e 5 milioni e 20% tra 5 e 10 milioni.  Una una tantum per gli stagionali per 3 mesi da 2400 euro complessivi, con una copertura di un miliardo e mezzo. Un altro miliardo e mezzo per incrementare il fondo istituito con la manovra per ridurre i contributi dovuti da parte degli autonomi. Sono alcune delle misure illustrate dal ministro Franco.  Alla riunione sul decreto Sostegni Italia viva ha posto i temi della cancellazione delle cartelle esattoriali non più esigibili, dell’abolizione della plastic tax e sugar tax, allungare la restituzione dei prestiti del decreto Liquidità, il sostegno alle compagnie aeree (non solo Alitalia) e alle attività turistiche ed economiche legate alla montagna. E ancora: attenzione alle famiglie tenendo conto che le misure di sostegno incidono in maniera diversa sulla famiglie con figli, l’estensione del bonus babysitter a chi è in smartworking e chiarezza su risorse per asili nido. 

Rispondi

LIVE OFFLINE
track image
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: