ECONOMIA: ATLANTIA

A questo si aggiunge un dividendo di 0,74 euro che porta a 23,74 euro il valore dell’azione a chi aderisce.

Il valore complessivo dell’opa di Edizione e Blackstone – che ha l’obiettivo di realizzare il delisting della società – incorpora un premio pari al 28,4% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni alla data del 5 aprile scorso (ultimo giorno di borsa aperta prima dei rumours su una potenziale operazione sul capitale sociale di Atlantia).

L’opa avviene attraverso la società Schemaquarantatrè (HoldCo), costituita il 6 aprile scorso, il cui capitale è interamente detenuto da Schemaquarantadue, società che a sua volta fa riferimento a Edizione (tramite Sintonia) e Blackstone (tramite due società lussemburghesi in accomandita speciale).

Fondazione Cassa di Risparmio di Torino ha inoltre stipulato un accordo con il quale si è impegnata a portare in adesione all’offerta le 6.251.446 azioni detenute in Atlantia, rappresentanti lo 0,76% del capitale sociale dell’emittente, entro 5 giorni lavorativi dall’inizio del periodo di adesione, e, in caso di esito positivo dell’offerta, reinvestire tutti i proventi derivanti dalla vendita di tali azioni per sottoscrivere azioni di HoldCo alle stesse condizioni degli Investitori Blackstone. 

Atlantia entra agli scambi in Borsa e vola sopra il prezzo dell’opa totalitaria di Edizione e Blackstone. A Piazza Affari il titolo guadagna il 5,5% a 23,09 euro, sopra i 23 euro dell’offerta pubblica di acquisto.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: