ECONOMIA: BOLLETTE

La bolletta dell’elettricità sale del 59% nel quarto trimestre. L’incremento è calcolato su una “famiglia tipo”, ossia con consumi medi di 2.700 kilowattora all’anno, per la quale, in questo modo, la spesa per la luce da gennaio a dicembre cresce a 1.322 euro, più del doppio dei 632 euro del 2021. Lo ha comunicato l’Arera, l’Autorità di regolazione per l’energia, precisando di essere riuscita a limitare i danni “con un intervento straordinario”, senza il quale i rincari sarebbero stati nell’ordine del 100 per cento. L’aumento delle tariffe riguarda solo gli utenti in tutela, ossia poco più di 7 milioni di clienti, e non quelli del libero mercato. Tuttavia, il rincaro è di estrema importanza, perché in questa fase particolare la tutela può essere ritenuta un punto di riferimento per l’intero settore dell’energia elettrica. Anche in virtù delle difficoltà che stanno attraversando le utility che comprano gas ed energia agli attuali prezzi per poi rivenderli a famiglie e imprese, è infatti difficile che sul libero mercato si riescano a spuntare prezzi migliori.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: