ECONOMIA: TEATRO, SPETTACOLI

Si aggiungono due nuove categorie di beneficiari di “bonus” elargiti dal governo per alleviare la crisi economica scaturita con la pandemia e i lockdown. L’Agenzia delle Entrate ha annunciato ieri sera che sono pronte le istruzioni per fruire dei bonus introdotti dai decreti Sostegni e Rilancio “a favore di settori particolarmente colpiti dalla pandemia come quello delle attività teatrali e spettacoli dal vivo e quello del tessile, della moda e degli accessori”. Si tratta dunque di due provvedimenti che aprono le finestre per le domande per usufruire delle agevolazioni. Per questo primo incentivo, introdotto dal decreto Sostegni (con limite di spesa a 10 milioni), le domande – dettaglia l’Agenzia – possono essere inviate in via telematica dal 14 ottobre al 15 novembre 2021. Il bonus va alle imprese che effettuano attività teatrali e spettacoli dal vivo, anche attraverso l’utilizzo di sistemi digitali (quindi in streaming) ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione. Ai soggetti che operano in questo settore e che hanno subito, nell’anno 2020, una riduzione del fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019, è riconosciuto un credito di imposta pari al 90% delle spese sostenute nel 2020, che spetta anche se le attività sopra indicate hanno avuto luogo attraverso l’utilizzo di sistemi digitali per la trasmissione di opere dal vivo, quali rappresentazioni teatrali, concerti, balletti.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: