Harry e William, un giardino del cuore e una nuova statua: così sarà la cerimonia per Lady Diana

I fratelli d’Inghilterra si sono riuniti giovedì primo luglio, per presentare la statua che, a Kensington, terrà vivo il ricordo della madre. Senza il principe Carlo a fare da mediatore, i due dovrebbero «mettere da parte la propria faida ed essere professionali»

Un primo passo è stato fatto in occasione di Inghilterra-Germania, per via virtuale, con qualche messaggio ispirato dal cameratismo del calcio. La metamorfosi reale, però, dovrebbe avvenire quest’oggi, a Kensington, quando Harry e William si ritroveranno insieme, chiamati entrambi a presentare la statua della madre, Lady Diana Spencer. I fratelli, la cui faida si protrae ormai da un anno, alimentata soprattutto dalla decisione dei Sussex di lasciare la famiglia reale inglese, saranno soli a Kensington. Carlo, ben lungi dal voler interpretare la parte del paciere, avrebbe deciso di lasciare i figli a loro stessi, così che possano confrontarsi faccia a faccia, senza mediazioni né ingerenze esterne.

«Quel che vedremo sarà la riunione di due fratelli decisi ad essere professionali perché consapevole di come questo momento non sia per loro», ha cercato di anticipare Omid Scobie, giornalista che si dice essere al soldo di Meghan Markle. «Metteranno ogni cosa da parte», ha promesso il reporter, ricordando come Harry e William abbiano lavorato al progetto di una statua commemorativa per quattro anni, ad oggi. I due, al termine della cerimonia, cui la Regina, come Carlo, non prenderà parte, dovrebbero poi avere un momento di confronto privato.

I fratelli, la riunione dovrebbe tenersi a fine giornata, dovrebbero guidare la cerimonia di inaugurazione, alla cui organizzazione hanno preso parte attiva. Insieme ad un team di giardinieri e designer, i due avrebbero ripensato i Sunken Garden, amatissimi dalla madre. Quattrocento metri di manto erboso sono stati piantati all’interno dei giardini, dove Diana Spencer amava sedere. Oltre quattromila fiori sono stati piantati, scelti con cura tra i preferiti della principessa triste. I tulipani, le rose, le dalie, i non-ti-scordar-di-me, la lavanda sono stati opzionati per adornare il giardino, al cui interno svetterà una statua di Lady D, presentata a pochi intimi nel giorno in cui avrebbe compiuto sessant’anni.

La giornata, pensata inizialmente per essere un evento pubblico, si è trasformata in un ritrovo privato, destinato solo ai più cari tra i familiari di Lady Diana. La scelta pare sia stata obbligata. La faida tra i fratelli, pur disposti a ritrovare il sorriso nel giorno dedicato alla madre, non avrebbe lasciato spazio a veri e più ampi festeggiamenti. E nemmeno lo avrebbe fatto Harry, ormai ossessionato dall’idea di dover esercitare un qualche controllo sui media.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: