IL COVID FA PERDERE ALLA COCA COLA IL 28 % DELLE VENDITE

“Il peggio è passato”: ha esordito così, gettando acqua sul fuoco il capo del settore finanziario di Coca Cola prima di comunicare alla stampa che le vendite della bibita sono precipitatenel secondo trimestre del 2020 del 28%. Una battuta d’arresto comprensibile, che ben si spiega con il lockdown e con lo stop forzato a bar, ristoranti, pizzerie, cinema, partite allo stadio eccetera.

L’azienda ha anche fatto sapere che, già nei mesi di maggio e giugno le vendite si sono riprese e che lo stesso, a meno di brutte sorprese e nuovi lockdown, potrebbe succedere anche nei prossimi mesi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: