Il nuovo album dei Red Hot Chili Peppers sarà un nuovo “Stadium arcadium”, dice Rick Rubin 

Il leggendario produttore racconta in anteprima come suonerà il nuovo disco della band losangelina, il primo inciso dopo il ritorno di di Frusciante.

Cosa aspettarsi dal nuovo album in studio dei Red Hot Chili Peppers, l’ideale successore di “The getaway” del 2016? Il disco sarà il primo inciso dalla rock band losangelina dopo il ritorno di John Frusciante, che ha ripreso nel gruppo il posto che aveva lasciato nel 2009 a Josh Klinghoffer.

Tante le anticipazioni uscite in questi mesi, a proposito delle session che stanno portando Anthony Kiedis e soci a dare una forma concreta alle nuove canzoni. Su tutte, spicca una recente intervista da Rick Rubin – che i Red Hot Chili Peppers li conosce bene: cominciò a lavorare come produttore con la formazione nel ’91, all’epoca dell’album “Blood sugar sex magic”, e continuò a lavorarci fino ai primi Anni Duemiladieci – ai microfoni del podcast “Talk Is Jericho”, condotto dall’ex wrestler Chris Jericho. .

Rubin, che sta aiutando i Red Hot Chili Peppers a chiudere i pezzi che andranno a comporre il nuovo album, in uscita nel 2022, ha fatto sapere che ai fan di vecchia data del gruppo il disco piacerà molto. Non solo: ha anticipato che nei suoni e nelle atmosfere sarà una sorta di nuovo “Stadium arcadium”, il disco del 2006 di “Dani California” e “Tell me baby”.

Il produttore ha spiegato che il ritorno di Frusciante nel gruppo ha dato nuova linfa vitale ai Red Hot Chili Peppers:

Stiamo finendo il nuovo album proprio ora. Frusciante è incredibile. Sono andato alle prime prove, mi hanno invitato dopo che John si è unito nuovamente alla band. È stato commovente. È stato emozionante vedere quel gruppo di persone ricomporsi: insieme hanno fatto musica bellissima. È una cosa che mi ha colpito a livello emotivo.

I Red Hot Chili Peppers sono stati riconfermati come headliner di Firenze Rocks nel 2022.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: