MALTEMPO ANTICIPO D’INVERNO

Prosegue l’ondata di maltempo sull’Italia, con situazioni critiche in molte zone a causa soprattutto del forte vento. Ieri oltre mille gli interventi di soccorso dei vigili del fuoco. Coinvolte Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. Prima neve in Piemonte, in Valtellina, sui monti della bergamasca e sull’Appennino parmense. Trombe d’aria a Rosignano, nel Livornese, a Salerno, e a Gioia Tauro in Calabria.

E’ stato recuperato questa mattina in mare il corpo di Aurelio Visalli, il sottufficiale 41enne della Guardia Costiera che da ieri risultava disperso in Sicilia. Si era lanciato nel mare in burrasca per soccorrere un ragazzino che rischiava di annegare a Milazzo, nel Messinese, ma era stato inghiottito dalle onde.    

Crollo di pannelli e calcinacci nella stazione Salvator Rosa della linea 1 della metropolitana, a Napoli, a causa del maltempo che ha interessato la città nelle ultime ore. “Per fortuna – scrive su Fb la consigliera di municipalità Rosanna Laudanno, pubblicando le foto dell’accaduto – essendo chiusa già da mesi, non si è fatto male nessun dipendente e nessun cittadino. La situazione dei trasporti resta ed è gravissima”

Sono ancora isolate per il maltempo le Eolie. Sospese le corse di linea da e per Milazzo. Ad Acquacalda, borgata di Lipari, dopo la mareggiata di ieri si contano  i danni. Le onde altissime ancora una volta hanno raggiunto l’abitato di San Gaetano creando forti preoccupazioni tra abitanti e villeggianti che proprio nei giorni scorsi avevano lanciato un appello alla Protezione civile per sollecitare i lavori di difesa e protezione del lungomare. Le violente mareggiate hanno anche investito le strutture portuali di Stromboli, Panarea e Ginostra. Nella rada di Lipari si sono rifugiate tre navi cisterna ed un mercantile. 

Quattro famiglie sono state evacuate da un palazzo a Castelfiorentino (Firenze) a seguito del cedimento di una parte del tetto. E’ successo stamani in una via del centro. Sul posto i tecnici del Comune stanno eseguendo delle verifiche statiche sull’edificio .La scelta di far uscire le famiglie residenti è stata presa invia precauzionale in attesa di decisioni definitive che saranno prese nelle prossime ore. Sono intervenuti anche i Vigili del fuoco mentre non si segnalano al momento persone ferite né interventi del 118. Accertamenti per determinare le cause del distacco.

La protezione civile della regione Campania ha prorogato l’allerta meteo di ulteriori 24 ore fino a martedì mattina. E’ in vigore sull’intero territorio della Campania fino alle 6 di domani mattina, l’allerta meteo arancione per piogge e temporali con criticità idrogeologica.a domani mattina si passerà ad una criticità Gialla.

Codice giallo in quasi tutta la Toscana, fino a mezzogiorno di lunedì 28 settembre. Rimane in codice verde solo la Lunigiana, la Garfagnana e il tratto di costa più a nord. Il rischio è principalmente legato a frane e esondazioni, per via dei terreni imbevuti dalle precipitazioni degli ultimi giorni  e i corsi d’acqua già carichi. Ma c’è pure un rischio per temporali forti, attesi nelle zone più prossime alla foce dell’Arno, sull’Arcipelago e all’Argentario, lungo praticamente quasi tutta la costa, e nell’entroterra nella parte più meridionale della provincia di Pisa, sulle Colline metallifere  e nel grossetano.

Allerta arancione anche in CalabriaBasilicataSardegna. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per domani, lunedì 28 settembre, allerta arancione in Campania, Calabria settentrionale tirrenica, sulla Sardegna centro-settentrionale e su ampi settori della Basilicata. L’avviso della protezione civile prevede il persistere di precipitazioni sull’ Emilia-Romagna, rovesci o temporali sul Veneto, venti forti di burrasca dai quadranti occidentali su Abruzzo e Molise e dai quadranti settentrionali su Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia-Romagna, in successiva rotazione da Ovest.

Dalle prime ore di domani, lunedì 28 settembre, si prevede il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere temporalesco, su Sardegna, Lazio meridionale, Campania, Basilicata e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. 

Aallerta meteo arancione per rischio idrogeologico e per temporali è stata lanciata in Puglia dal Centro funzionale decentrato della Protezione civile fino alle 24 di oggi, interessando le zone del Gargano e delle Tremiti, il Tavoliere e i bassi bacini dei fiumi Candelaro, Cervaro e Carapelle, la penisola salentina, i bacini del Lato e del Lenne, nel tarantino, il Sub-Appennino Dauno e il Basso Fortore.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: