MALTEMPO PER QUESTA FINE PRIMAVERA

 Il mese di giugno è partito nel segno del maltempo e la prospettiva per i prossimi giorni non promette nulla di buono. L’alta pressione, affermano i meteorologi di IconaMeteo, è intenzionata a restare lontana dalle nostre regioni ancora per tutta la prossima settimana: almeno fino a metà mese, infatti, l’Italia resterà l’obiettivo principale delle masse d’aria umide e fresche provenienti dalle alte latitudini e dirette verso l’Europa meridionale.

La natura della massa d’aria al seguito della perturbazione, riversandosi sui mari attorno alla Penisola nella parte centrale della prossima settimana, favorirà la formazione di una circolazione ciclonica nel cuore del mar Mediterraneo, che manterrà l’atmosfera instabile, con altre occasioni per piogge e temporali. Le temperature nel frattempo tenderanno a calare, riportandosi in molti casi al di sotto della norma.

Domenica giornata di tempo perturbato in gran parte del Nord Italia: il cielo si presenterà per lo più molto nuvoloso con piogge e temporali sparsi anche di forte intensità, specie su Nordovest, Triveneto e Toscana nord-occidentale; i fenomeni saranno meno probabili e diffusi su Liguria di ponente ed Emilia Romagna.

Nel resto d’Italia giornata almeno in parte soleggiata e più tranquilla a causa del passaggio di un po’ di nuvolosità medio-alta e di annuvolamenti pomeridiani a ridosso delle aree montuose; non esclusa qualche isolata pioggia nel sud della Sardegna; nel pomeriggio qualche rovescio nel nordovest della Toscana. Tra sera e notte tende a peggiorare nel resto della Toscana e su Lazio e Umbria.

Temperature in lieve aumento su Emilia Romagna e Centrosud, nuovamente in calo nel resto del Nord e Toscana settentrionale. In Sardegna e Sicilia punte massime intorno ai 28 gradi, valori intorno ai 20 gradi su Nordovest e Triveneto.

 Lunedi, il maltempo oltre ad interessare il Nord Italia, coinvolgerà anche le regioni centrali tirreniche e l’Umbria: in tutti questi settori nel corso della giornata saranno numerose e frequenti le piogge anche a carattere di forti rovesci o temporali, con rischio di locali nubifragi. Condizioni di maggiore variabilità con atmosfera localmente instabile, lungo la dorsale adriatica centrale su Sardegna, nord della Campania, Basilicata e Puglia centro-settentrionale dove saranno possibili rovesci o brevi temporali.

Tempo abbastanza soleggiato nel resto del Sud peninsulare e sulla Sicilia, con nuvolosità innocua passeggera. Temperature massime in calo su Sardegna e regioni centrali, senza grandi variazioni nel resto d’Italia. Clima caldo al Sud e Sicilia con valori pomeridiani per lo piu’ tra 25 e 29 gradi. Venti da deboli a localmente moderati meridionali sulle regioni peninsulari, in Liguria e sui mari prospicienti; di Maestrale sulla Sardegna. Raffiche nelle aree temporalesche. Mari mossi il Mar Ligure, i Mari di Corsica e Sardegna e i Canali delle Isole. In prevalenza poco mossi i restanti bacini.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: