Marco Mengoni, un concerto e un’installazione per il SuperSalone a Milano

Il cantante ieri sera è tornato ad esibirsi live per l’inaugurazione della settimana del design, che riparte in questi giorni dopo la sospensione nel 2020.

Marco Mengoni è tornato a cantare dal vivo, ieri sera, dopo quasi due anni: il cantante si è esibito in un mini-show al parco della Triennale di Milano, inaugurando il SuperSalone. E proprio all’esibizione dedicata al design – in svolgimento alla Fiera di Rho fino al 10 settembre – c’è un’installazione con la sua musica: “Resonantrees performing Marco Mengoni”, curata dal sound designer Federico Ortica: 200 alberi dotati di transduttori che fanno risuonare la voce di Mengoni a secondo del contatto e del passaggio delle persone.

Ieri sera Marco Mengoni ha cantato con una band di 8 elementi, riarrangiando le canzoni in maniera essenziale, con chitarra elettrica, contrabbasso, tastiere e 4 coristi. In scaletta una “Ma stasera” – fresca vincitrice del premio “Power hits estate-  spogliata dalle sonorità elettroniche, ma anche cover di Burt Bacharach (“What the world needs now”) ed Etta James (“I’d rather go blind”), oltre a hit del suo repertorio (“Hola”, “L’essenziale”).

Dopo poco più di mezz’ora, lo show si è chiuso con una versione non in scaletta de “La casa Azul”, su richiesta degli organizzatori della serata Stefano Boeri e Maria Porro (presidente del Salone del Mobile). Questa mattina Mengoni ha poi cantato l’inno di Mameli alla Fiera di Rho, all’apertura del SuperSalone, di fronte al Presidente Mattarella.

Questa la scaletta delle canzoni cantate da Marco Mengoni:

Ti ho voluto bene veramente
What the world needs now is love  
I’d rather go blind
Proteggiti da me
Hola 
L’essenziale
Ma stasera
La casa azul

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: