Mulholland Drive, 20 anni dopo il mistero del cinema è sempre fitto

Premiato per la regia a Cannes, ritorna sulla Croisette, dove fu presentato in anteprima, in versione restaurata

Nella fabbrica dei sogni, Los Angeles/Hollywood, il battito intermittente dell’illusione è parte della realtà, il mistero l’ombra di ogni cosa.

Premiato per la regia a Cannes, eletto come film paradigma del 21mo secolo, Mulholland Drive di David Lynch ritorna sulla Croisette dove fu presentato in anteprima 20 anni fa, in versione restaurata.

Lanciò Naomi Watts e il suo tormentato inconscio che precipita nel sogno di un sogno, tra mafiosi sovrappeso, isterie del set, palchi spettrali e scene saffiche di erotismo e sensualità memorabili quanto gli enigmi del film che da vent’anni continuiamo ad affrontare: chi ha raccontato questa storia e perché? Come un nastro di Moebius, il film ritorna alla fine su stesso. E noi, con lui.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: