NAPOLI ASSALTO AL PORTAVALORI ARRESTATO

Stava per imbarcarsi per una crociera nel Mediterraneo ma al posto dello staff della MSC ha trovato i carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli che gli hanno messo le manette ai polsi. Protagonista della vicenda è Stefano Cursio, 22enne di Apricena in provincia di Foggia, arrestato con l’accusa di essere uno degli autori della rapina a mano armata ai danni di un furgone portavalori avvenuta all’esterno del centro commerciale ‘GrandEmilia’ di Modena lo scorso 20 gennaio. Insieme a lui è stato arrestato anche un altro componente della banda, Luca Popolo, 31 anni, anche lui della provincia di Foggia, rintracciato presso la sua abitazione di San Severo dai militari del locale Gruppo Operativo. La loro cattura è frutto di un’articolata attività investigativa avviata dagli inquirenti emiliani e che ha permesso di ricostruire le fasi del ‘colpo’ che alla banda aveva fruttato non meno di 150.000 euro. In particolare, grazie alla visione delle telecamere presenti lungo il percorso di fuga utilizzato dai rapinatori e dai rilievi eseguiti sulla macchina che era servita per la rapina, i carabinieri di Modena erano riusciti a circostanziare i sospetti su un gruppo di pregiudicati della provincia foggiana specializzati nelle rapine ai portavalori. In particolare grazie anche alle intercettazioni telefoniche si era scoperto che Cursio e Popolo erano due componenti della banda entrata in azione nel parcheggio del centro commerciale modenese. Una rapina eseguita con tattiche paramilitari con due dei rapinatori che armati di fucile a pompa e pistola riuscivano a disarmare una delle guardie giurate, di cui si appropriavano anche della pistola, e a impossessarsi delle sacche contenenti l’incasso del centro commerciale. Quindi la fuga su un’auto, risultata, poi, rubata, e ritrovata dopo appena un chilometro dal luogo della rapina.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: