Nick Cave racconterà in un libro la sua vita dopo la morte del figlio 

‘Faith, Hope and Carnage’ si basa su 40 ore di interviste («le prime che concedo da anni») con il giornalista Sean O’Hagan e riflette sul dolore e sull’arte a seguito la scomparsa improvvisa di Arthur nel 2015

L’anno prossimo Nick Cave pubblicherà un memoir sulla sua vita dopo la morte improvvisa di suo figlio Arthur nel 2015. Faith, Hope and Carnage si basa su 40 ore di interviste con il giornalista Sean O’Hagan, amico di lunga data di Cave. Il libro racconta “la vita interiore di Cave negli ultimi sei anni”, ed è “una meditazione su fede, arte, musica, dolore e molto altro”, recita la sinossi.

«Questa è la prima intervista che concedo da anni», ha detto Cave. «Dura più di 40 ore. È stato uno piacere strano e allo stesso tempo essenziale parlare con Sean O’Hagan in questi tempi incerti».

Dal 2018, Cave scrive diari personali su dolore, arte e molto altro nella sua newsletter settimanale, The Red Hand Files. I suoi recenti album con Bad Seeds, Skeleton Tree e Ghosteen hanno affrontato in qualche modo la perdita del figlio di Cave, Arthur, caduto da una scogliera all’età di 15 anni dopo aver sperimentato l’LSD.

O’Hagan ha affermato che il libro comprende «conversazioni intime e spesso sorprendenti in cui Nick Cave parla onestamente della sua vita, della sua musica e della drammatica trasformazione di entrambe, provocata da una tragedia personale. Organizzato intorno a una serie di temi – tra cui composizione di canzoni, dolore, creatività, collaborazione, catastrofe, sfida e mortalità – dà una visione profonda della mente singolare di uno degli artisti più originali e stimolanti del nostro tempo, oltre a esplorare la complessa dinamica tra fede e dubbio che sta alla base della sua opera».

Il memoir dovrebbe uscire in tutto il mondo nell’autunno del 2022.

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: