OMS AMBIGUO SU OMICRON NON SARÀ L’ULTIMA VARIANTE

Medici ed infermieri al lavoro nei reparti di terapia intensiva dell' ospedale modulare Covid allestito nell'area dell' Ospedale del Mare, Napoli 20 ottobre 2020ANSA / CIRO FUSCO

Sulla variante Omicron dall’Oms arrivano parei discordanti. Il direttore Hans Kluge ha infatti dichiarato a France Presse che la nuova variante del Coronavirus, che potrebbe contagiare il 60% degli europei entro
marzo, ha avviato una nuova fase della pandemia nella regione e potrebbe avvicinarla alla sua fine. “È plausibile che la regione si stia avvicinando alla fine della pandemia”, ha affermato Kluge, invitando comunque alla cautela a causa della versatilità del virus.

Di diverso avviso l’epidemiologa Maria van Kerkhove, funzionaria dell’Oms, in un’intervista alla Bbc. “Più il virus circola più ha la possibilità di cambiare – ha spiegato -. Omicron non sarà l’ultima variante di cui sentiremo parlare”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: