Pamela Petrarolo la confessione choc dopo 30 anni: “Ecco cosa succedeva a Non è la Rai”

L’ex volto del noto programma di Gianni Boncompagni intervistato da PiùDonna.

In occasione dei trent’anni di Non è la Rai, lo storico programma di Gianni Boncompagni e Irene Ghergo in onda su Canale 5, dal 1991 al 1995, Fralof per PiùDonna, ha intervistato uno dei volti più noti delle centinaia di ragazze che popolavano lo show negli anni ’90, Pamela Petrarolo.

“Oggi sono una donna in assoluto più consapevole. A quindici anni non è così scontato rendersi conto del successo che mi travolse allora – ha raccontato Pamela – Ero da poco maggiorenne e avevo una vita davanti per cui non mi fermai con lo studio e cominciai a capire pian piano quale potesse essere la mia strada”.

Alla domanda se avvenivano discussioni o c’erano attriti all’interno del programma, Pamela ha risposto:

“Eravamo ragazzine, poco più che adolescenti. I litigi lasciano il tempo che trovano. Quello che poteva accadere in un liceo o in una gara di nuoto. Eravamo tutte femminucce, quindi più competitive e vanitose. Trovarsi davanti alle telecamere era un modo per tirare fuori la nostra femminilità. Ma tutto passava. Si riusciva a lavorare insieme anche perché ognuna di noi passava il tempo con il suo gruppetto. Era impossibile andare d’accordo con 100 persone.”

“Per me non è la Rai rimane e rimarrà per sempre una creatura degli anni 90’. I social sarebbero stati devastanti per adolescenti fragili come noi all’epoca che venivamo prese di mira spesso dai giornali”,  ha aggiunto ancora Pamela che ha detto di essere riconoscente a Boncompagni per sempre: “mi ha televisivamente creata. A lui devo tutto.”

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: