PATRIZIA DE BLANCK E L’AMORE PER FRANCO CALIFANO

AGLI INIZI DEGLI ANNI 70 – Ai tempi di WhatsApp le lettere d’amore sono fuori moda, ma conservano il loro fascino, soprattutto se a scriverle è un grande artista come Franco Califano. Il cantautore, scomparso nel 2013, il cui nome è legato a canzoni memorabili come Minuetto, La musica è finita e Tutto il resto è noia, conobbe anche il carcere per uso e spaccio di stupefacenti, alimentando il suo mito di genio e sregolatezza. Califano, detto Il Califfo, scrisse a Patrizia de Blanck due lettere appassionate, che Oggi mostra per la prima volta. Siamo negli Anni 70, quando lui e la contessa, all’epoca regina del jet set, ebbero una relazione. «Il nostro legame non fu solo un’avventura come si crede, ma una vera storia d’amore», rivela Patrizia. «Franco mi adorava e anch’io ero molto presa da lui. A rendere particolarmente intrigante il nostro legame era la nostra appartenenza a mondi diversi, che si attraevano e si respingevano a un tempo. Ma Franco non aveva niente da invidiare ai miei amici blasonati per quella dote definita dai francesi grandeur per indicare una innata nobiltà d’animo, che gli apparteneva».

Rispondi

LIVE OFFLINE
Loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: